giovedì 22 settembre 2011

The firebird

Stamattina noi alunni di quinta abbiamo avuto l'occasione di assistere ad un concerto di musica da camera  presso la scuola media Massari ed è stato un bellissimo modo per avvicinare noi ragazzi all'arte della musica.
Tra le varie musiche eseguite ho riconosciuto "L'uccello di fuoco"( The firebird,L'Oiseau de feudi Igor Stravinskij : 
video


La trama è ispirata ad una fiaba tra le più antiche della tradizione russa e la musica è stata composta nel 1909 su commissione dei Balletti Russi di Parigi.

Nel racconto, il Principe Ivan Tsarevitch penetra in una fitta foresta illuminata dal chiaro di luna, e scorge, su un albero di mele d’oro, l'Uccello di fuoco. Catturato, l'Uccello convince il Principe a rendergli la libertà consegnandogli una piuma dai poteri magici. Dal castello del mago Kaschchei, il gigante immortale dalle lunghe dita verdi, Ivan vede uscire le principesse prigioniere, che giocano con le mele d’oro. Il Principe rimane colpito dalla bellezza di Tsarevna, e si presenta. Ella racconta come il mago ha catturato numerosi viaggiatori, trasformandoli in statue di pietra. Scoperto, Ivan viene aggredito dai mostri; ma riesce a salvarsi grazie all’intervento dell’Uccello di fuoco, richiamato grazie alla piuma magica. L'Uccello conduce il Principe all’albero dove è nascosto lo scrigno-uovo che racchiude l’anima di Kaschchei. Ivan, distrutto l’uovo ed annientato così il potere malefico del mago, può punto riabbracciare Tsarevna e farla sua sposa.


Nel 2000  la Walt Disney ha realizzato un film d'animazione ad episodi, uno dei quali contiene proprio il brano musicale  
"L'uccello di fuoco".


video


Trama: Dopo un lungo inverno, un maestoso cervo risveglia la sua leggiadra amica, una ninfa, che restituisce la vita all'immensa foresta, riempendola di insetti variopinti e fiori, ma ecco che si ridesta un terrificante e imponente spirito infuocato (l'Uccello di Fuoco del brano) nella bocca di un enorme vulcano. Questo rade al suolo la foresta e uccide, apparentemente, la ninfa che, con l'aiuto del suo adorato cervo, ritorna in vita, minuscola e sofferente. Contemplando la landa desolata e polverosa, dai suoi dolci occhi scende una fulgida lacrima, che ridà vita a un fiore. Allora, pian piano, si trasfigura in una gioiosa onda, che bagna l'arida pianura, ricomprendola di abeti, cespugli e farfalle multicolore.




J Elly J 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per essere qui. Lasciatemi un commento con le vostre opinioni o i vostri consigli, vi risponderò con vero piacere. Elly:-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...